Migliori stivali da neve uomo donna

Migliori stivali da neve uomo donna

Dalle passeggiate alle escursioni invernali, di seguito abbiamo riportato i migliori stivali da neve.

Gli stivali invernali sono un accessorio affascinante e senza tempo. Dai classici Sorel ai design leggeri e moderni, mirano a mantenere i tuoi piedi protetti e caldi dalla neve bagnata e dalle temperature gelide. Di seguito analizziamo i migliori stivali da neve per il 2020-2021, comprese le nostre opzioni preferite per l’uso quotidiano, l’escursionismo e il freddo estremo. Molti degli stivali sono offerti in stili sia da uomo che da donna, ma abbiamo anche dedicato una sezione specifica per le migliori scarpe invernali da donna. Per informazioni di base, consulta la nostra tabella di confronto e consigli per l’acquisto.

Miglior stivale da neve in assoluto

1. Columbia Bugaboot Plus IV

Categoria: Casual / escursionismo invernale
Isolamento: 200 g sintetico
Altezza: 17 cm.
Cosa ci piace: Versatile, resistente e a prezzi ragionevoli.
Cosa non ci piace: non è la scarpa più caldo sul mercato.

Molti stivali invernali sono specifici per il calore, la mobilità o persino lo stile, ma il Columbia Bugaboot Plus IV è un vero tuttofare.

Miglior stivale invernale in assoluto Columbia Bugaboot Plus IV

È ragionevolmente leggero, molto aderente con le sue suole Michelin e comodo per l’escursionismo e le ciaspolate. Confezionando un isolamento sintetico da 200 grammi insieme alla tecnologia Omni-Heat proprietaria di Columbia, abbiamo scoperto che lo stivale è abbastanza caldo mentre si cammina, ma non è eccessivamente isolato per far sudare i piedi quando le temperature sono più vicine allo zero.

Quali sono gli svantaggi del Columbia Bugaboot Plus IV? La scarpa è abbastanza calda e super versatile, ma non è costruita per condizioni meteo sotto zero. Chi è alla ricerca di più calore dovrebbe prendere in considerazione l’idea di passare al modello Bugaboot Plus XTM, che offre una grande spinta in termini di isolamento (da 200 a 600 g). E per le attività sedentarie in climi freddi, dai un’occhiata a Baffin’s Impact di seguito. Ma qui vince l’equilibrio e il Bugaboot Plus offre il giusto mix di durata, comfort e calore per la maggior parte degli usi invernali.

Miglior stivale da neve economico

2. Kamik NationPlus

Categoria: casual
Isolamento: 200 g di Thinsulate (all’interno della fodera rimovibile)
Altezza: 24 cm.
Cosa ci piace: un ottimo prezzo, ragionevolmente caldo e confortevole.
Cosa non ci piace: vestibilità ampia e alcuni materiali economici.

NationPlus di Kamik è un’opzione economica di qualità per l’acquisto dei stivali invernali. Lo stivale ha una costruzione tradizionale con una tomaia in pelle robusta e gomma spessa che fornisce protezione impermeabile per i piedi e le dita dei piedi.

Miglior stivale da neve economico Kamik NationPlus

L’isolamento proviene dalla fodera rimovibile, che include Thinsulate simile a una schiuma da 200 grammi. Abbinali ad alcuni calzini spessi e NationPlus ti manterrà a tuo agio mentre cammini o spalmi la neve a temperature ben al di sotto dello zero.

A cosa rinunci acquistando NationPlus? I materiali non sono all’altezza degli standard che troverai sui modelli più costosi e ci sono problemi di durabilità a lungo termine. Inoltre, la fodera rimovibile conferisce allo stivale una sensazione di libertà che non puoi stringere come con il Columbia Bugaboot sopra, ma questo è qualcosa che difficilmente noterai durante le attività quotidiane e le brevi passeggiate. Il NationPlus è realizzato solo in una versione maschile, ma Momentum di Kamik, specifico per le donne, offre un equilibrio simile tra calore, qualità e prezzo.

Il miglior scarpone invernale casual

3. Sorel Caribou

Categoria: casual
Isolamento: feltro 9 mm
Altezza: 25 cm.
Cosa ci piace: aspetto senza tempo e interni accoglienti.
Cosa non ci piace: sono pesanti.

Il Caribou di Sorel sembra esistere da sempre e amiamo la combinazione di comfort, stile e prestazioni. Prima di tutto, questo è uno stivale molto caldo con una fodera in feltro da 9 millimetri, una tomaia in pelle robusta e una parte inferiore in gomma avvolgente.

Il miglior scarpone invernale casual Sorel Caribou

La maggior parte dei produttori oggigiorno utilizza l’imbottitura sintetica per ridurre l’ingombro, ma l’interno in feltro di ritorno al passato isola bene e aggiunge un’ammortizzazione morbida intorno ai piedi. Puoi anche rimuovere la fodera del Caribou, che è una bella caratteristica per accelerare il processo di asciugatura se lo scarpone si bagna.

È vero che gli stivali Sorel venivano prodotti esclusivamente in Canada ma ora sono realizzati anche in Cina, un’opzione di qualità e funzionano bene per un uso invernale casual. Il Sorel è pesante e si sente molto di più rispetto ad uno scarpone più leggero ed elegante come il nostro Columbia di prima qualità. Se le usi per distanze brevi e ti piace lo stile, questi stivali saranno un rifugio accogliente e caldo in quasi tutte le condizioni.

Leggi anche: Le migliori giacche da sci uomo donna: guida alla scelta

Miglior scarpone per escursionismo invernale

4. Salomon’s X Ultra Winter

Categoria: Escursioni invernali
Isolamento: 200 g di Thinsulate
Altezza: 17,7.
Cosa ci piace: leggero, ragionevolmente agile e non eccessivamente isolato per un uso attivo.
Cosa non ci piace: vestibilità piuttosto stretta.

X Ultra Winter di Salomon è il nostro scarpone da trekking preferito, ideale contro il freddo invernale, impermeabile e rivestito di una tomaia in pelle resistente all’acqua.

Il calore arriva grazie alla comprovata imbottitura di 3M Thinsulate da 200 grammi. Siamo stati anche felici di vedere che Salomon ha mantenuto la maggior parte della sensazione leggera e agile della X Ultra standard, e il sistema di allacciatura fa un ottimo lavoro fornendo una vestibilità sicura.

Miglior scarpone per escursionismo invernale Salomon’s X Ultra Winter

Tutto sommato, è una scelta solida per lunghe passeggiate invernali, escursioni e ciaspolate. L’X Ultra Mid Winter tuttavia non è all’altezza come scarpone quotidiano in condizioni estreme. L’isolamento relativamente leggero bilancia piacevolmente il calore e la ventilazione quando sei in movimento, ma ti lascerà a freddo nelle giornate gelide e durante le attività poco impegnative. Inoltre, la punta è abbastanza aderente e probabilmente non saranno proprio comode per chi ha i piedi larghi o chi desidera indossare calze pesanti. Questi aspetti negativi danneggiano un pò l’appeal dello scarpone da neve, ma rimane una scelta eccellente per le prestazioni.

Stivale da neve caldo per il freddo estremo

5. Baffin Impact

Categoria: Lavoro
Isolamento: rivestimento a 8 strati
Altezza: 38 cm.
Cosa ci piace: Pronto per temperature di -50 gradi.
Cosa non ci piace: non compatibile per le uscite notturne nelle località sciistiche.

Il Baffin Impact è da un lato eccessivo per quanto riguarda l’isolamento, ma se rimarrai all’aperto a temperature sotto lo zero per lunghi periodi di tempo questo stivale fa per te. Lo stivale è isolato con un sistema a otto strati di schiuma e poliestere, che è racchiuso in un robusto guscio di nylon e gomma. Gli stivali invernali sono noti per avere valutazioni di temperatura ambiziose (di solito da -25 ° F a -40 ° F), ma l’Impact è valutato a -148 ° F. Non abbiamo testato tale affermazione (e non abbiamo intenzione di farlo), ma gli utenti hanno riferito di sentirsi a proprio agio a temperature che raggiungono i -50 ° F. Per quanto riguarda gli stivali per il freddo, questo è il meglio.

Stivale da neve caldo per il freddo estremo Baffin Impact

Lo svantaggio di così tanto calore è che non sopporta bene le miti condizioni invernali e non è traspirante. Lo stivale pesa anche quasi 2,7 kg per la coppia ed è piuttosto ingombrante.. Per le aree in cui le temperature scendono costantemente ben al di sotto dello zero, consigliamo vivamente di proteggersi con il Baffin Impact.

6. The North Face Chilkat IV

Categoria: casual
Isolamento: 200g Heetseeker
Cosa ci piace: eccellente impermeabilità e comfort a un buon prezzo.
Cosa non ci piace: non così calde come alcune altre opzioni in questo elenco.

Per chi cerca uno scarpone invernale versatile ad un buon prezzo, siamo stati piacevolmente sorpresi da The North Face Chilkat. Il popolare modello ha molte cose in comune con il Columbia Bugaboot sopra: isolamento sintetico da 200 grammi, solida impermeabilità con un’ampia fascia di gomma intorno alla metà inferiore dello stivale e un interno notevolmente confortevole che si adatta perfettamente al tuo piede. Per un ragionevole prezzo, questi stivali dovrebbero coprirti per tutto.

The North Face Chilkat IV

In termini di calore, Heetseeker da 200 grammi è sufficiente per mantenere i piedi al caldo, anche durante le temperature più basse. Ma se hai intenzione di stare fermo per lunghi periodi di tempo in condizioni climatiche gelide, potresti voler cercare un modello con riempimento di 400 grammi o più. E per le escursioni invernali impegnative, il Chilkat è comodo e facile da indossare, ma lo stivale sembra un pò largo rispetto ai modelli più aerodinamici. Il Merrell Thermo Chill di seguito, ad esempio, ha un prezzo simile ma un peso inferiore.

7. Muck Arctic Sport

Categoria: Lavoro
Isolamento: neoprene da 5 mm, fodera in pile
Altezza 37 cm.
Cosa ci piace: protezione del piede, trazione e calore fantastici.
Cosa non ci piace: pesanti e difficili da togliere.

Gli stivali di gomma sono una scelta popolare per il lavoro all’aperto: offrono una fantastica protezione da acqua, ghiaccio e fango. Il marchio Muck Boot si distingue in questa categoria e uno dei loro modelli preferiti da sempre è l’Arctic Sport. Questo stivale presenta un esterno in gomma resistente, stivaletti in neoprene spessi e flessibili e una fodera in pile morbida al tatto. Inoltre, la costruzione molto alta lo rende super caldo e capace di gestire qualsiasi cosa, dalla pesca sul ghiaccio al vagare nella neve profonda.

Muck Arctic Sport

8. Columbia Fairbanks

Categoria: casual
Isolamento: 200 g sintetico
Cosa ci piace: leggero, flessibile e di bell’aspetto.
Cosa non ci piace: la costruzione sottile influisce sulla protezione e sulla durata.

Il Bugaboot della Columbia sopra eccelle in condizioni ghiacciate e difficili, ma per un uso occasionale in città, il loro Fairbanks Boot ha molto più senso.

Columbia Fairbanks

Somiglia molto a un paio di scarpe da ginnastica, le Fairbanks sono belle, sorprendentemente flessibili ed estremamente leggere a meno di 3 kg per la coppia. Per il freddo e l’umidità, Columbia ha inserito uno stivaletto impermeabile e la stessa combinazione di fodera Omni-Heat sintetica e riflettente da 200 grammi che si ottiene con il Bugaboot. Realizzato in una vasta gamma di colorazioni e ad un prezzo conveniente, il Fairbanks è adatto per gite veloci dentro e fuori la città.

Comprensibilmente, ci sono stati alcuni aspetti negativi in termini di prestazioni nella costruzione dei Fairbanks. Per iniziare, utilizzando un tessuto leggero lungo la maggior parte della tomaia, lo stivale non ha l’isolamento e la protezione extra che si ottengono da un design standard in gomma. Inoltre, la struttura sottile ci preoccupa per la durata a lungo termine, specialmente per coloro che hanno bisogno di indossare gli stivali durante i mesi invernali. Ma se vuoi qualcosa di leggero e confortevole che sia anche ragionevolmente caldo e protettivo, il Fairbanks merita un’occhiata.

9. Merrell Thermo Chill

Categoria: Casual / escursionismo
Isolamento: 200 g sintetico
Altezza: 15 cm.
Cosa ci piace: ottimo rapporto qualità / prezzo; comodo
Cosa non ci piace: uno stivale casual meno adatto per l’escursionismo.

Merrell è noto per fornire qualità e ci piace quello che hanno inventato nel Thermo Chill. Il design ispirato agli scarponi da trekking ha una fodera morbida e accogliente, spazioso che si abbina bene a calzini pesanti e abbastanza flessibile per essere comodo mentre si cammina o addirittura si guida.

Merrell Thermo Chill

Inoltre, la robusta tomaia e la fodera impermeabile dello scarpone fanno un buon lavoro respingendo l’umidità. Merrell fa parte dei migliori stivali da neve attualmente presenti sul mercato.

Tabella riepilogativa per i migliori stivali da neve donna uomo

STIVALI

CATEGORIA

ALTEZZA

ISOLAMENTO

VEDI

Columbia Bugaboot Plus IV

Casual / escursionismo invernale

200 g sintetico

17 cm

Kamik NationPlus

Casual

200 g di Thinsulate

24 cm

Sorel Caribou

Casual

feltro 9 mm

25 cm

Salomon’s X Ultra Winter

Escursioni invernali

200 g di Thinsulate

17.7 cm

Baffin Impact

Lavoro

Rivestimento a 8 strati

 38 cm

The North Face Chilkat IV

Casual

200g Heetseeker

Muck Arctic Sport

Lavoro

Neoprene da 5 mm, fodera in pile

37 cm

Columbia Fairbanks

Casual

200 g sintetico

Merrell Thermo Chill

Casual / escursionismo

200 g sintetico

15 cm

Categorie di stivali invernali

Categorie di stivali invernali

Casual

Gli stivali invernali casual non sono i più caldi in assoluto o i migliori per resistere alle temperature, ma sono ideali per le passeggiate invernali e per le attività del dopo sci. Le costruzioni degli stivali casual tende ad avere meno gomma e più pelle e camoscio, anche se alcuni modelli, tra cui Sorel Arctic da donna, fa un ottimo lavoro nell’incorporarli entrambi. Altre caratteristiche includono un livello moderato di isolamento e interni ben imbottiti che manterranno la maggior parte delle persone al caldo e a proprio agio. Le opzioni popolari in questa categoria includono il Sorel e il conveniente Kamik NationPlus.

Scarponi da trekking invernali

Assomigliano molto a scarponi da trekking rinforzati è sono un’ottima scelta per le ciaspolate e altre avventure escursionistiche al freddo. Questi modelli in genere hanno un’altezza della caviglia inferiore e un isolamento inferiore rispetto agli altri tipi di stivali, il che consente loro di respirare abbastanza bene quando si sta sudando. Il loro design più flessibile e agile facilita la copertura di terreni difficili.

I modelli di punta di questa categoria includono X Ultra Winter di Salomon e Thermo Chill di Merrell .

Stivali invernali da lavoro / freddo estremo

Realizzati per le condizioni estreme e per le parti più fredde del mondo, questi stivali sono grandi, voluminosi, caldi e resistenti.

Tieni presente che la costruzione pesante aggiunge peso e volume e non vorrai coprire distanze maggiori con stivali del genere. Inoltre sono spesso troppo rigidi per essere utilizzati in sicurezza durante la guida. Invece, quello che ottieni è un altissimo livello di calore che è ottimo per attività leggere a temperature sotto lo zero.

Valutazione per calore e temperatura

Alcuni, ma non tutti, i marchi includeranno una valutazione del comfort o della temperatura per i loro stivali invernali. E sono spesso numeri molto impressionanti, -25 ° F o inferiore. Sin dall’inizio, siamo chiari: non esiste un test standardizzato su cui fare affidamento per misurare una temperatura del genere. E in quanto tali, le gamme di comfort non sono una garanzia che sarai al caldo alle temperature elencate. In effetti, possiamo quasi garantire che non lo sarai, soprattutto se stai fermo. Come tutti sappiamo, il fatto che uno stivale ti tenga al caldo dipende da una serie di fattori individuali, tra cui l’età, il livello di attività, lo spessore dei tuoi calzini e se corri o meno. Ti consigliamo di utilizzare le gamme di comfort come guida di base, ma rimani molto prudente quando si tratta di temperature sotto lo zero.

Tipi di isolamento

Sintetico

Gli isolanti più comuni oggigiorno sono i sintetici imbottiti tra il rivestimento interno e il guscio esterno dello stivale. Primaloft e Thinsulate di 3M sono isolanti sintetici popolari che hanno una forte presenza nel mondo delle giacche, dei guanti e degli scarponi da sci e hanno una posizione uguale per gli stivali invernali. Non sono ingombranti e continuano a isolare anche quando sono bagnati. Gli isolamenti sintetici di The North Face (Heatseeker) e Columbia (Omni-Heat), offrono prestazioni paragonabili ai loro marchi. Per un indicatore di calore, controllare il numero di grammi utilizzati nello stivale (misurato pesando una sezione di 1 metro per 1 metro). Gli stivali leggeri o medi avranno un riempimento da 200 a 400 grammi, mentre gli stivali pesanti per il freddo ne avranno molto di più.

Fodere in feltro, pelle di pecora e lana

Alcuni stivali evitano la tecnologia moderna e optano per il calore attraverso una fodera spessa di feltro o pelle di pecora, incluso il classico Sorel. Sebbene ingombranti, questi tipi di isolamento possono sicuramente essere efficaci. A differenza dell’isolamento sintetico racchiuso dallo stivale, le fodere in feltro, pelle di pecora e lana possono bagnarsi ma continueranno a isolare. E la parte bella è che molti di questi rivestimenti sono rimovibili, quindi puoi metterli ad asciugare accanto al fuoco.

Piuma

Gli stivali con isolamento in piuma non sono tanto comuni L’umidità segna la fine dell’efficacia del piumino nell’isolamento. Pertanto, ti consigliamo di stare alla larga a meno che tu non cerchi uno scarpone da città o una scarpa molto casual.

Altezza

Gli stivali invernali hanno una gamma abbastanza ampia di altezze da appena sopra le caviglie a appena sotto le ginocchia. In generale, le loro varie altezze sono in linea con le nostre categorie sopra. I modelli da escursionismo misurano circa 15-18 cm di altezza è questo li rende più leggeri e flessibili, ma sono più inclini a far entrare la neve sopra la parte superiore dello scarpone. La buona notizia è che un paio di ghette impermeabili possono aiutare a risolvere questo problema.

Stivali da lavoro e modelli completi per condizioni meteorologiche estreme si trovano più in alto sulla gamba, inclusi gli stivali Baffin Impact da 28 cm. Vale la pena notare che l’altezza extra inibisce la gamma dal movimento. Infine, gli stivali nella categoria casual cadono da qualche parte nel mezzo, con un numero di opzioni nella gamma da 15-25 cm.

Peso

Come per l’altezza degli stivali, il peso varia in modo significativo. Non sorprende che i modelli più pesanti siano per le condizioni peggiori. Nella maggior parte dei casi, il peso aumenta all’aumentare del livello di isolamento.


Impermeabilizzazione

Considerando che trascorrerai una buona quantità di tempo a camminare in sulla neve, l’impermeabilità è importante. La buona notizia è che la maggior parte dei design eccelle sotto questo aspetto. Gli stivali tradizionali ad esempio si basano su un esterno robusto per mantenere l’umidità fuori. Inoltre, la tomaia in pelle trattata e la sigillatura delle cuciture ti proteggono quando cammini nella neve profonda. Gli stivali monopezzo hanno una sottile membrana impermeabile e traspirante inserita tra il materiale esterno e la fodera. La maggior parte dei modelli offre un’ottima protezione impermeabile

Vale la pena notare che un design impermeabile non fa molto bene se la neve e l’umidità entrano dalla linguetta o dalla parte superiore dello scarpone.

Traspirabilità

In generale, gli stivali invernali privilegiano il calore e la protezione, il che ha un impatto negativo sulla traspirabilità. Le loro costruzioni sostanziali e impermeabili che fanno così bene a intrappolare il calore all’interno sono ugualmente soggette a surriscaldarsi a temperature miti e durante l’uso attivo. Per molte persone, questo è un giusto compromesso e la traspirabilità non dovrebbe essere una considerazione principale per coloro che pianificano solo viaggi veloci o se le condizioni nella tua regione sono veramente rigide. Ma se vivi in ​​una zona con inverni miti o prevedi di fare escursioni o ciaspolate per lunghi tratti, ti consigliamo un design equilibrato che abbia una tomaia più leggera e meno isolamento (circa 200 g). I modelli pronti per l’escursionismo come Salomon X Ultra e Thermo Chill si comportano bene in questo senso. E se la traspirabilità è una priorità assoluta e le temperature saranno calde (intorno allo zero o oltre), potrebbe valere la pena optare per un paio di scarpe da trekking non isolate.

Cura e trattamento degli stivali

Per mantenere i tuoi stivali invernali il più a lungo possibile, vale la pena prendersi cura di loro. Per cominciare, è sempre una buona idea tenerli puliti per evitare qualsiasi rottura dei materiali. Lo sporco che raccogli quando cammini in un parcheggio fangoso può devastare uno stivale se non viene ripulito. Acqua tiepida, detersivo per i piatti e un semplice pennello possono essere tutto ciò di cui hai bisogno nella maggior parte dei casi. Inoltre, molti dei modelli di cui sopra hanno la pelle, che è un materiale che necesita di un trattamento occasionale per evitare l’essiccazione e la rottura. Per gli stivali che non hanno una membrana o un rivestimento impermeabile, è una buona idea trattarli dall’inizio.

Torna su

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi i nostri migliori consigli e gli ultimi post del blog direttamente nella tua casella di posta!