I migliori caschi da sci uomo donna

I migliori caschi da sci uomo donna

Da opzioni tecnologiche e ventilate a semplici opzioni economiche che continuano a svolgere il loro lavoro, di seguito sono riportati i migliori caschi da sci.

Non importa il tuo livello di abilità, prendere un casco per lo sci o lo snowboard è un gioco da ragazzi. Se hai rimandato la sostituzione di un casco vecchio di anni o sei nuovo in questo sport, i recenti progressi li hanno resi più leggeri e persino più sicuri, quindi ora è un ottimo momento per fare il grande passo.

I modelli di fascia alta nell’elenco offrono una personalizzazione e una ventilazione avanzate, ma coloro che salgono in montagna solo poche volte all’anno andranno bene con un’opzione più economica. Da quelli ricchi di funzionalità e tecnologici a quelli di base ma efficaci, di seguito sono riportati i migliori caschi da sci.

Quali sono i migliori caschi da sci? Ecco la lista

Il miglior casco da sci in generale

1. SMITH Vantage MIPS Casco

179,95  disponibile
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: ibrido nello stampo
Peso: 0,58 kg
Ventilazione: regolabile (21 prese d’aria)
Cosa ci piace: La Vantage mette tutto insieme: comfort, prestazioni, sicurezza ed estetica.
Cosa non ci piace: piuttosto costoso.

Abbiamo testato molti caschi da sci e nessuno è più impressionante dello Smith Vantage. La qualità e l’attenzione ai dettagli sono evidenti, con una fodera morbida ma di supporto, un’eccellente copertura intorno alla testa e un quadrante Boa facile da regolare per adattarsi.

Metti semplicemente il casco e dimentichi che è lì: il Vantage si sente così comodo e leggero. Ottieni anche una ventilazione superiore con un totale di 21 prese d’aria (13 in più rispetto al secondo posto Oakley MOD 5 di seguito) controllate da due cursori separati per una facile personalizzazione. Tutto sommato, non troverai un casco così comodo e universalmente adatto all’uso frontside e backcountry.

Il Vantage è dotato anche di tutte le campane di sicurezza e i fischietti dell’arsenale Smith. La loro caratteristica costruzione Aerocore a nido d’ape è visibile attraverso le aperture di ventilazione e ha lo scopo di migliorare l’assorbimento di energia in caso di incidente. E il popolare rivestimento MIPS, progettato per proteggere il tuo cervello in caso di impatto angolato, è incluso. Queste caratteristiche di sicurezza sono difficili da quantificare, ma vale la pena notare che la tecnologia extra è integrata molto bene nel design a basso profilo.

2. Caso Oakleymod 5

119,00  disponibile
2 new from 119,00€
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: ibrido nello stampo
Peso: 0,64 kg
Ventilazione: regolabile (8 prese d’aria)
Cosa ci piace: design creativo della visiera rimovibile per una buona vestibilità della maschera.
Cosa non ci piace: non è il nostro design preferito per i padiglioni auricolari.

Oakley produce alcuni dei nostri occhiali da sci preferiti, ma l’azienda solo di recente è entrata nel gioco dei caschi con la serie MOD. Dalla collezione attuale, preferiamo il loro “5” di fascia alta, che ha pannelli di plastica ABS resistente per una protezione extra e una ventilazione regolabile. Inoltre, il suo esclusivo Modular Brim System (MBS) fa un buon lavoro eliminando il temuto gaper gaper includendo due dimensioni del bordo (piccolo e grande). Non è una risposta perfetta: abbiamo scoperto che favorisce gli occhiali del marchio Oakley rispetto agli altri, ma l’opzione di sostituire la visiera la rende la soluzione più universale sul mercato nel 2021-2022.

Il resto del MOD 5 è la tipica qualità Oakley. Il casco è leggero sulla testa ed è dotato di caratteristiche premium come il sottogola magnetico, il quadrante Boa sul retro e la fodera rimovibile. Il design della ventilazione si basa su un effetto simile a un camino, aspirando l’aria attraverso la maschera e fuori dalla parte superiore, il che significa che non può scaricare il calore velocemente come un casco come lo Smith Vantage sopra (un aspetto negativo per l’uso laterale e in backcountry ).

Abbiamo anche scoperto che il rivestimento è un po’ meno imbottito e che i padiglioni auricolari ritagliati rendono difficile indossare le cuffie. Ma queste lamentele non sono un problema per la maggior parte delle persone e il design è molto solido nel complesso. Tieni presente che il MOD 5 è disponibile con o senza MIPS e la tecnologia di sicurezza aggiuntiva aumenta il prezzo.

Il miglior casco da sci economico

3. Smith Optics Holt Casco Da Sci

 non disponibile
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: ABS
Peso: 0,55 kg
Ventilazione: fissa (10 prese d’aria)
Cosa ci piace: il nostro casco preferito sotto i 100 euro.
Cosa non ci piace: la fodera e la schiuma sono più economiche dei caschi più costosi in questo elenco.

Dall’alto in basso nella loro gamma di caschi da neve, Smith lo capisce. L’Holt è la loro vera offerta economica e il nostro casco preferito nella sua fascia di prezzo. È un esercizio di design intelligente e uno dei più grandi successi di Holt che sta evitando l’ingombrante e sgradevole aspetto a fungo associato ai caschi economici. Sebbene non sia così di basso profilo o tecnologico come il Vantage premium sopra o Level sotto, è un notevole miglioramento rispetto al restanti caschi da sci economici.

Un tocco davvero carino è il sistema di regolazione di Holt. Non hai un regolatore del quadrante, ma una fascia elasticizzata sul retro del casco si estende per adattarsi alla tua testa sorprendentemente bene. Anche il calore e il comfort sono competitivi, sebbene la schiuma, sebbene spessa e calda, si senta più economica e attutisca suoni più di quanto preferiamo. ù

Nel complesso, abbiamo scoperto che spesso vale la pena passare a un casco da sci di fascia media o premium, e in particolare per coloro che passano molte giornate in montagna. Ma finché sei disposto a scendere a compromessi in termini di comfort e non sei incline al surriscaldamento (la ventilazione fissa è solo leggermente efficace), l’Holt è un vero vincitore.

4. SMITH Level MIPS Casco da Neve

 non disponibile
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: ibrido nello stampo
Peso: 0,60 kg
Ventilazione: regolabile (20 prese d’aria)
Cosa ci piace: Costruzione di alta qualità e molto confortevole.
Cosa non ci piace: non così versatile come il Vantage sopra.

Smith ha sostituito il popolare Variance, uno dei nostri coperchi resort preferiti di tutti i tempi, con il Level MIPS. Immediatamente, puoi dire che l’ultimo modello è un casco completamente moderno: il suo aspetto elegante, la ventilazione generosa e la costruzione della calotta ibrida ricordano da vicino il più costoso Vantage sopra. Prende anche in prestito il design Aerocore di quel casco e include un rivestimento MIPS per una solida protezione dagli urti. Aggiungi un interno morbido e caldo e il Level (e il Liberty da donna) ha tutti gli ingredienti giusti per riprendere proprio da dove si era interrotto il Variance.

Per iniziare, il Level è un po’ più pesante e ha un solo regolatore per le prese d’aria superiori (il Vantage ne ha due). Inoltre, hanno sostituito il sistema Boa fit premium di Vantage con un design VaporFit interno. Detto questo, il livello di personalizzazione è molto simile e non abbiamo avuto lamentele con i nostri altri caschi dotati di VaporFit. Nel complesso, il Vantage più leggero e più arioso è il miglior tuttofare, ma vediamo poco di cui lamentarci con il Level per l’uso assistito dal sollevamento.

5. POC Obex MIPS Casco da Sci Unisex Adulto

179,95
172,60
 disponibile
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: In-mold con guscio in ABS
Peso: 0,50 kg
Ventilazione: regolabile (11 prese d’aria)
Cosa ci piace: struttura solida e funzioni di sicurezza ben integrate.
Cosa non ci piace: un po’ più ingombrante e meno ventilato rispetto alle opzioni Smith di cui sopra.

POC, con sede in Svezia, si è costruito una reputazione in termini di robustezza e sicurezza e l’Obex è il loro casco più completo fino ad oggi. Mescolando una costruzione in-mold con un robusto guscio in ABS sulla parte superiore, il casco è competitivamente leggero ma può comunque subire un colpo (e limitare i danni estetici) grazie allo strato esterno di plastica resistente. Pensiamo anche che sia un design dall’aspetto di classe e l’ampia gamma di opzioni di colore lo aiuta a distinguersi sul mercato.

A completare la configurazione, Obex ha un sistema di adattamento facile da usare che si fissa in modo uniforme intorno alla testa, prese d’aria regolabili e un nuovo rivestimento MIPS (i modelli precedenti avevano il sistema SPIN interno del marchio).

Cosa c’è che non va del POC Obex? Nonostante i loro migliori sforzi, il casco è ancora più ingombrante e non così aerodinamico come Smith’s Vantage e Level above. Di conseguenza, abbiamo scoperto che è a pagamento

È un po’ più pesante di quanto suggerisca il suo peso di mezzo chilo. Inoltre, l’imbottitura interna non è così morbida come i modelli Smith e preferiamo più ammortizzazione lungo il sottogola. Infine, solo le prese d’aria superiori sono regolabili, il che significa che il casco può fare freddo nelle giornate fredde.
Vedi il POC Obex MIPS

6. Giro Ledge FS MIPS

136,09  disponibile
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: ABS
Peso: 0,98 kg
Ventilazione: fissa (8 prese d’aria)
Cosa ci piace: un casco dotato di MIPS
Cosa non ci piace: non è comodo come lo Smith Holt sopra.

Giro è stato uno dei primi ad adottare la tecnologia MIPS e la loro attuale linea di caschi da neve è piena zeppa di design MIPS. The Ledge è uno standout, il casco più conveniente in questo elenco dotato della funzione di sicurezza contro gli urti angolati. A parte questo, non ci sono molte campane e fischietti, ma qui ce n’è abbastanza per rendere felici la maggior parte degli sciatori: un gancio di fissaggio degli occhiali sul retro, cuscinetti per le orecchie rimovibili e un sistema di regolazione della vestibilità pignolo ma ancora molto utilizzabile. Chiunque, dai sciatori occasionali ai ripper stagionali con un budget limitato, dovrebbe prendere in seria considerazione il Ledge MIPS.

Un certo numero di modelli Giro e Smith si scontrano e il Ledge è un diretto concorrente dell’Holt sopra. Entrambi i coperchi hanno un design molto pulito, ispirato allo skate, hardshell resistenti che possono sopportare un buon colpo e sono disponibili in un’ampia gamma di colori. Dove il Ledge ha il vantaggio è l’inclusione di MIPS per solo altri $ 10 (Smith non offre un rivestimento MIPS sull’Holt). Ma preferiamo la vestibilità e il comfort complessivi dell’Holt e si integra un po’ meglio con un’ampia gamma di stili di maschera. Ma se MIPS è nella tua lista dei must-have e i caschi Giro ti stanno bene (sono noti per funzionare meglio con teste di forma ovale), il Ledge MIPS è un’opzione economica comprovata.
Guarda il casco Giro Ledge MIPS

7. Giro Grid MIPS Casco Unisex

 non disponibile
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: nello stampo
Peso: 0,45 kg
Ventilazione: regolabile (16 prese d’aria)
Cosa ci piace: il casco dotato di MIPS più leggero della classifica.
Cosa non ci piace: costoso e più pesante del MTN Lab sopra.

Con un clock di 0,40 kg, il Grid combina un design leggero e ben ventilato con MIPS Spherical di nuova concezione per una protezione di prim’ordine. Questa tecnologia (unica per i caschi Giro e Bell) utilizza la costruzione a sfera e presa per mitigare il peso e l’ingombro pur proteggendo dagli impatti rotazionali, risultando nel casco MIPS più leggero in questo elenco.

In termini di vestibilità e finitura, Giro ha tenuto poco indietro con la griglia premium, che presenta una morbida fodera rimovibile, una vestibilità adatta ai guanti e regolazioni di ventilazione e un’elegante fibbia magnetica che abbiamo trovato incredibilmente facile da usare.

Alla fine, la decisione tra Grid e MTN Lab si riduce a una questione di priorità. La valutazione alpinistica di MTN Lab offre ulteriore garanzia per la salita. D’altra parte, con il Giro ottieni la protezione dagli impatti angolata di MIPS e l’isolamento più caldo insieme alle prese d’aria regolabili lo rendono un’opzione più completa per lo sci in località o per le giornate particolarmente fredde di touring.

Il miglior casco per lo sci di fondo

8. SMITH Quantum MIPS

 non disponibile
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: ibrido nello stampo
Peso: 0,65 kg
Ventilazione: regolabile (22 prese d’aria)
Cosa ci piace: Livelli premium di protezione e comfort.
Cosa non ci piace: molto costoso e abbastanza pesante per l’uso in backcountry.

Smith realizza un casco per quasi ogni tipo e stile di sciatore e snowboarder, e il suo top di gamma Quantum è fatto su misura per coloro che affrontano linee ambiziose. Questo casco include l’intero arsenale delle caratteristiche di sicurezza del marchio: la costruzione Aerocore ad assorbimento di energia utilizzata in parti del Vantage e del livello superiore è estesa alla calotta completa, si ottiene una protezione aggiuntiva lungo la parte posteriore della testa con una striscia di plastica ABS e un rivestimento MIPS è incluso in tutte le versioni.

Come previsto da Smith, il Quantum è estremamente confortevole con la giusta quantità di imbottitura e un sistema di adattamento Boa altamente sintonizzabile, inoltre la sua ventilazione regolabile rende facile rimanere a proprio agio in quasi tutte le temperature.

Ciò che spinge il Quantum a una finitura di fascia media è che il casco è molto costoso e i suoi miglioramenti rispetto ad altri design sono nella migliore delle ipotesi incrementali. Il Vantage di cui sopra racchiude quasi altrettante funzioni di sicurezza, pesa e costa meno. Inoltre ventila in modo simile ed è un po’ meglio per l’uso in backcountry grazie al suo peso più leggero. Ma se desideri la massima protezione e quasi tutte le funzionalità disponibili attualmente sul mercato, il Quantum MIPS premium è quello da ottenere.

9. Scott Symbol 2 Plus D

 non disponibile
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: nello stampo
Peso: 0,58 kg
Ventilazione: regolabile
Cosa ci piace
: ricco di funzionalità con un’ottima ventilazione; La tecnologia del suono a 360° funziona davvero.
Cosa non ci piace: Vestibilità un po’ stretta; abbastanza pesante per un casco in-mold.

Con una tecnologia di sicurezza impressionante e una ventilazione generosa, lo Scott Symbol 2 Plus D è il nostro casco preferito del venerabile marchio outdoor. Rilasciato alcuni anni fa, questo modello di seconda generazione racchiude tutte le caratteristiche di sicurezza attualmente offerte da Scott: la “D” nel nome rappresenta la schiuma antiurto posizionata nella parte anteriore e posteriore del coperchio per i colpi diretti (nota come tecnologia D30) e una fodera MIPS familiare aiuta con impatti angolati.

Attacca i loro esclusivi inserti auricolari che massimizzano la trasmissione del suono e un sistema di ventilazione con doppi regolatori (come il Vantage sopra), e lo Scott è uno dei modelli più completi sul mercato.

Come si confronta il Symbol 2 Plus D con il popolare MIPS Vantage di Smith? Entrambi selezionano le caselle giuste per la tecnologia di sicurezza con materiali che assorbono gli urti e un rivestimento antiscivolo. Inoltre, i due design possono funzionare sia per l’uso in resort che in backcountry con una buona ventilazione e interni accoglienti. Lo Scott ti fa risparmiare ma manca il pannello in plastica ABS che si trova sulla parte superiore e sui lati del Vantage, utile per limitare i danni estetici e in caso di impatti più leggeri. In combinazione con il suo vantaggio in termini di peso, la forma interna più rotonda (lo Scott è un po’ stretto) e la natura più collaudata, diamo un leggero vantaggio al Vantage MIPS di vecchia data.

10. Sweet Protection Grimnir II MIPS Te

194,04  disponibile
2 new from 194,04€
Amazon.it
as of Maggio 24, 2022 10:47 pm

Costruzione: calotta ibrida in fibra di carbonio
Peso: 0,60 kg
Ventilazione: fissa (26 prese d’aria)
Cosa ci piace: un casco in fibra di carbonio!
Cosa non ci piace: Super costoso e poco pratico.

Fin dall’inizio, è subito evidente che Sweet Protection Grimnir II TE non è il normale casco da sci. Il guscio è realizzato con una scintillante fibra di carbonio – è particolarmente impressionante nel colore “Natural Carbon”. Ciò che ti offre la costruzione in fibra di carbonio, tuttavia, è un’incredibile forza e prestazioni di livello professionale. Per coloro che colpiscono le grandi linee di montagna con molta esposizione, potrebbe valere la pena dare un’occhiata al Grimnir TE.

Probabilmente non sarà uno shock il fatto che l’appello del Grimnir TE sia molto limitato. Per uno, le persone interessate a questo casco probabilmente si trovano in situazioni pelose piuttosto frequentemente e potrebbero aver bisogno di sostituirlo dopo un incidente ben prima che il rivestimento in EPS si sia consumato. Inoltre, non esiste un test standardizzato per dimostrare che questa costruzione in carbonio sia effettivamente più sicura, sebbene il materiale sia noto per essere molto resistente.

Alla fine, il Grimnir TE rimane un prodotto di nicchia, ma Sweet Protection produce l’Igniter II MIPS, che condivide una forma e una vestibilità simili ma scambia la fibra di carbonio con plastica ABS più pratica.
Guarda il casco Sweet Protection Grimnir II TE

Consigli per l’acquisto del casco da sci

Consigli per l'acquisto del casco da sci

Tipi di costruzione del casco

Gli stili di costruzione per i caschi da sci possono essere suddivisi in tre categorie generali: ABS per la migliore durata, in-mold per il peso più leggero e ibrido in-mold per un ottimo compromesso tra i due.

ABS

Immergendosi un po’ più in profondità, i caschi in ABS come lo Smith Holt sono realizzati in stile tradizionale con un guscio di plastica dura e una fodera in schiuma incollata all’interno. La combinazione significa che è dura, ma a scapito del peso e dell’ingombro.

Indossa un casco in ABS back-to-back con un design in-mold o ibrido e il modello in ABS apparirà e si sentirà più ingombrante. La sua qualità redentrice è il prezzo, che può portare a notevoli risparmi rispetto agli altri tipi di costruzione. Per gli sciatori o gli snowboarder che stanno cercando un primo casco, stanno cercando di risparmiare qualche soldo o vogliono l’opzione più dura in circolazione per prendere colpi duri, un casco in stile ABS dovrebbe andare bene.

In-Mold e Hybrid

La tecnologia in-mold e ibrida in-mold si trova su molti caschi di fascia alta e media. La costruzione In-Mold combina un guscio sottile (spesso in policarbonato) con un rivestimento in schiuma EPS fin dall’inizio, e sono modellati insieme. Quello che ottieni è un pezzo integrato, che riduce il peso e consente al casco di funzionare come una singola unità per assorbire gli impatti. Anche la ventilazione migliora con questi modelli; quanto migliora varierà in base al modello e al prezzo.

La durata è il principale svantaggio di un casco in-mold, in particolare la protezione contro danni estetici come ammaccature e ammaccature, motivo per cui i caschi ibridi sono cresciuti in popolarità. I design ibridi in-mold aggiungono uno strato rigido (spesso lungo la parte superiore) per una maggiore durata estetica. Troviamo che i design ibridi siano i migliori di entrambi i mondi, ma il loro prezzo, li mette fuori dalla portata di molti sciatori occasionali. Alcune delle nostre migliori scelte utilizzano questo tipo di costruzione, tra cui Smith Vantage e Oakley MOD 5.

Ventilazione: Regolabile o Fissa

Diamo un’alta priorità alla ventilazione. Nel corso di una giornata sugli sci media, apriamo e chiudiamo le nostre prese d’aria in più occasioni mentre ci accovacciamo in una corsa in ascensore ventosa o ci riscaldiamo durante un’escursione in campagna. La tecnologia alla base del mantenimento di una temperatura confortevole non è semplice come mettere un sacco di buchi nel casco: l’aria invernale è piuttosto fredda e può portare al temuto congelamento del cervello quando stai cercando di far uscire un po’ di vapore.

Innanzitutto, guarda il numero di prese d’aria totali del casco (abbiamo fornito queste informazioni nelle specifiche di ciascun casco e nella tabella di confronto sopra). Non tutte le prese d’aria sono uguali, ma questo numero ti dà un buon punto di partenza su quanta ventilazione offre il casco. A dire il vero, c’è una correlazione tra il numero di prese d’aria e il costo del casco. Uno dei migliori ventilatori, lo Smith Vantage di fascia alta, ha ben 21 prese d’aria, mentre un modello economico come l’Anon Raider 3 ha solo sei piccole aperture fisse.

Quindi hai sia la regolazione che le considerazioni sul design. Molti caschi premium e di fascia media hanno prese d’aria regolabili che possono essere aperte e chiuse a seconda della quantità d’aria che si desidera far passare. La regolazione è altamente preferita rispetto alle prese d’aria statiche. E i design efficaci dirigono l’aria attraverso le prese nella parte anteriore e “scaricano” il calore dalla parte superiore e posteriore. I caschi economici hanno spesso aperture fisse che non possono essere chiuse, anche se un sistema passivo ben progettato può comunque svolgere un buon lavoro nel regolare il calore corporeo. Per le lunghe fatiche in salita, potrebbe essere necessario abbandonare del tutto il casco, anche se consigliamo sempre di affrontare il caldo se c’è la possibilità di caduta massi.

Rivestimenti: Comfort e calore

Il comfort della fodera è una delle differenze più evidenti quando si confrontano i modelli economici con i caschi da sci di fascia media e alta. Opzioni costose come Smith Vantage, Oakley MOD e POC Obex presentano un’imbottitura lungo l’interno che bilancia la morbidezza con il supporto e, se azzecchi la vestibilità, difficilmente noterai il casco per tutto il giorno. I modelli più economici hanno spesso una schiuma soffice che si impacchetta nel tempo, si sente a disagio se la indossi tutto il giorno e attutisce i suoni (per la schiuma nei padiglioni auricolari). Per questi motivi (e altri), consigliamo di spendere se hai intenzione di uscire molto in inverno. Come un paio di scarponi da sci scomodi, te ne accorgerai se non lo fai.

Oltre al comfort, la tua scarpetta può essere un’ottima fonte di isolamento. Nella nostra esperienza, un design di qualità come quello incluso con Smith’s Level offre tanto calore quanto un cappello invernale di peso medio (ci siamo sentiti a nostro agio indossando il Level fino alle singole cifre). Spendere spesso ti dà un migliore isolamento, mentre attaccare con un coperchio economico può portare a problemi con il calore (specialmente intorno alle orecchie). Infine, tieni presente che per i giorni particolarmente freddi o se sei incline al freddo, puoi infilare un berretto sotto (assicurati di scegliere una taglia del casco che possa adattarsi allo spessore extra).

Sicurezza del casco: MIPS e altro

Con il compito di proteggerti da urti violenti sulla collina, tutti i caschi della nostra lista hanno una certificazione di sicurezza per gli sport sulla neve non motorizzata dell’ASTM International con sede negli Stati Uniti. Nonostante le differenze di costruzione sopra menzionate, tutte seguono un design di base con un esterno rigido e un interno in schiuma per assorbire parte dell’impatto. Ci sono caschi con certificazioni aggiuntive, come il Sweet Protection Ascender MIPS (alpinismo) ma tutti sono considerati una scelta sicura per lo sci e lo snowboard, anche se un’attenta lettura della certificazione stabilisce solo il loro intento di tenerti al sicuro basse velocità. L’onere è ancora, come dovrebbe essere, sull’utente di sciare o fare snowboard entro i propri limiti.

Nel tentativo di aumentare la sicurezza, sul mercato sono arrivate ulteriori tecnologie, incluso il sistema SPIN di POC, ma nessuna è stata adottata così universalmente come il rivestimento MIPS. In breve, la tecnologia è progettata per ridurre i potenziali danni al cervello negli impatti angolati attraverso un rivestimento che si muove indipendentemente dal guscio esterno. Ci siamo presi del tempo per rimuovere le nostre fodere MIPS ed è straordinariamente semplice: c’è un sottile strato di plastica che si collega al casco con alcune piccole linguette.

Al di là della formidabile ricerca che è stata condotta su MIPS e tecnologie comparabili, la bellezza dei design è che essenzialmente non hanno alcun impatto sul comfort o sul profilo del casco. Come tale, vedi che MIPS viene adottato su qualsiasi cosa, da un Smith Vantage fino a un Giro Ledge. Di conseguenza, alcuni caschi che abbiamo testato sembrano adattarsi leggermente più piccoli, ma per il resto l’impatto è trascurabile.

La frequenza con cui la tecnologia MIPS è un vantaggio per la sicurezza è difficile da quantificare e non abbiamo trovato alcuna solida ricerca basata sull’evidenza, ma tutte le indicazioni indicano che si tratta di una bella misura di sicurezza aggiuntiva per proteggere la testa (quanto vale dipende da te ). Per ulteriori informazioni su MIPS, abbiamo trovato che la pagina tecnologica del sito Web MIPS è una risorsa utile.

Peso e ingombro

All’interno del loro tipo di costruzione specifico – ABS, in-mold o ibrido in-mold – la maggior parte dei caschi da sci pesa all’incirca allo stesso modo. Per i nostri caschi di medie dimensioni che abbiamo testato, da 0,40 kg a 0,50 kg per in-mold, da 0,50 a 0,60 once per ibrido e 20+ per ABS. E tra le categorie, ci sono differenze evidenti nel modo in cui si sentono: i caschi in-mold e ibridi sono meno inclini a sentirsi pesanti durante una lunga giornata in collina.

Tuttavia, mettere semplicemente un casco su una bilancia non ti racconterà l’intera storia di come ci si sente sulla tua testa. Una buona imbottitura e una vestibilità aderente ma confortevole possono facilmente compensare la differenza di un paio di once. È uno dei tanti motivi per cui amiamo lo Smith Vantage. Non è il più leggero, ma dimenticherai presto che è lì.

L’ingombro di un casco gioca in questa percezione del peso. I caschi economici realizzati con una costruzione di base in ABS sono spessi e si sentono ingombranti. Le nostre scelte migliori hanno tutte una vestibilità a basso profilo e non ti sembra di trascinarti dietro un’appendice pesante.

Caratteristiche del casco da sci

Caratteristiche del casco da sci

Clip di fissaggio per occhiali

I fermi per gli occhiali sono una caratteristica semplice ma apprezzata. La clip integrata tiene in posizione le cinghie degli occhiali e aiuta a ridurre il rischio di perdere gli occhiali da sci in caso di incidente o altro. I design variano in parte: molti caschi economici utilizzano un semplice pezzo di plastica che si apre, mentre i caschi di fascia alta avranno un cinturino o un design del cavo più sicuro.

Compatibilità audio

La maggior parte dei caschi è compatibile con una sorta di sistema audio. Ad esempio: Smith e Giro funzionano bene con i sistemi Chip di Outdoor Tech. In entrambi i casi, i padiglioni auricolari hanno una tasca incorporata che può ospitare altoparlanti. I caschi “Audio” come la linea Communication di POC avranno altoparlanti integrati e un cavo per il collegamento a un telefono oa un lettore musicale. Se segui questa strada, pianifica di spendere un po’ di più per ottenere altoparlanti di qualità e hardware elettronico affidabile. In poche parole, le opzioni più economiche non suonano altrettanto bene e sono soggette a fallimenti. Durante lo sci, è sempre una buona idea tenere basso il volume o avere altoparlanti che non cancellano il rumore per sicurezza. Sebbene possa influire sulla qualità del suono, il compromesso di sicurezza di essere in grado di sentire altri sciatori o qualcuno che ti urla è una vittoria netta.

Supporti per action cam

Lo sci e lo snowboard sono due sport direttamente collegati alla crescita di popolarità delle action cam. Gli sciatori hanno colto al volo l’opportunità di registrare piste, trick e solo divertimento generale in montagna. La cosa bella è che la maggior parte delle action cam sono dotate di supporti adesivi per casco che possono essere attaccati direttamente a praticamente qualsiasi casco sul mercato. Alcuni modelli, come Giro’s Zone, fanno un passo avanti e sono dotati di un supporto compatibile con GoPro per facilitare l’inserimento e lo spegnimento della fotocamera.

Taglia e vestibilità

Prendere le misure per l’equipaggiamento di sicurezza non è un buon momento per indovinare, quindi se non lo conosci già, misura la circonferenza della testa prima di effettuare un acquisto online. Tutto ciò di cui avrai bisogno è un metro a nastro morbido o uno spago: avvolgilo intorno alla testa a circa un pollice sopra le orecchie e le sopracciglia per ottenere il tuo numero (in centimetri). Finché il produttore è vicino nei loro elenchi, le uniche discrepanze che abbiamo visto di recente sono i caschi MIPS più piccoli di cui sopra, questo dovrebbe darti una vestibilità decente.

Essere in grado di provare vari caschi può portarti da una vestibilità decente a una perfetta, perché, proprio come le teste in cui li stiamo infilando, i caschi hanno forme diverse. Ad esempio, lo Smith Vantage è abbastanza noto per adattarsi al meglio alle persone con una forma della testa più rotonda (anche se è abbastanza vicino alla compatibilità universale).

È meglio provare prima di acquistare, ma puoi anche assicurarti che il rivenditore online accetti i resi.

Un’ultima nota sulla vestibilità: se vedi un casco con una taglia unica che dichiara di essere una taglia unica, ti consigliamo di tenerti alla larga anche se la circonferenza della tua testa rientra nei parametri elencati. Qualcosa di regolabile non si adatterà altrettanto bene alla fine.

Compatibilità con gli occhiali

Come per ottenere la perfetta vestibilità del casco, la compatibilità con gli occhiali è qualcosa che è più semplice se puoi provarli. Un casco e un sistema di occhiali non adatti possono essere troppo stretti, il che spinge il casco in alto e gli occhiali lungo il naso, o troppo aperti, lasciando una parte della fronte vulnerabile all’aria fredda. Il modo più semplice per garantire una buona vestibilità è attenersi alla stessa marca: i caschi Smith funzionano perfettamente con gli occhiali Smith e lo stesso vale per Giro e POC, ma ti invitiamo a non limitarti se c’è una maschera o un casco che ti ha catturato occhio.

Durante i test, abbiamo scoperto che alcuni caschi sono estremamente adatti a una varietà di tipi di occhiali. La visiera intercambiabile dell’Oakley MOD 5 lo rende il più compatibile con una vasta gamma di marche e dimensioni.

I famosi caschi Vantage e Level di Smith sono anche ragionevolmente accomodanti, adatti a grandi venditori come Oakley Airbrake e Flight Deck, ma abbiamo avuto problemi con telai alti come Dragon X2.

Caschi specifici per donna

Mentre un certo numero di caschi da sci sono unisex e vanno benissimo sia per uomo che per donna, c’è un’ampia selezione di caschi da neve specifici per donna. Questi modelli sono abbastanza simili alle versioni da uomo, ma con diverse colorazioni per lo scafo e la scarpetta, oltre ad avere una vestibilità più piccola. Ci sarà spesso un cambio di nome, ma la tecnologia è la stessa, così come il prezzo. Quando applicabile, abbiamo incluso il collegamento alle versioni del casco da uomo e da donna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su

Iscriviti alla Newsletter

Ricevi i nostri migliori consigli e gli ultimi post del blog direttamente nella tua casella di posta!